Stampa

gattinoni francoconvention gattinoni 2016“Essere squadra” era il claim della convention Gattinoni Mondo di Vacanze dello scorso anno (Sharm El Sheikh, febbraio 2015). “Sempre al passo” quello della convention di quest’anno (Ibiza, maggio 2016). Nel 2015 la squadra era tutta sul palco, stavolta alla ribalta sono saliti Antonella Ferrari, dir. rete agenzie partner, e Sergio Testi, dir. network, accolti da una platea di 250 agenti, in rappresentanza delle 750 agenzie che oggi fanno riferimento a Gattinoni MdV. Il presidente e fondatore si è espresso, con lo stile diretto che gli è proprio, su tre temi strategici. Il rapporto fornitori / distributori: “Sino a qualche anno fa, la filiera turistica era composta da marchi ben distinti, con i tour operator che vendevano alle agenzie e queste al cliente. Oggi non è più così, i fornitori puntano al consumatore finale, ovviamente a spese delle agenzie.Forse i più corretti restano i tour operator, i croceristi ogni tanto vanno fermati, perché la tentazione è forte. Gli altri vanno diretti. Ognuno deve far bene il proprio lavoro, non credo a una verticalizzazione tra produzione e distribuzione. Il nostro è e resterà un network indipendente, perché solo così può garantire alle agenzie contratti privilegiati con una rosa di fornitori, scelti in base alle richieste del mercato, non a logiche subordinate”. Sul valore del brand: “È importantissimo per comunicare e vogliamo averne uno solo: Gattinoni Mondo di Vacanze. Marchio unico, col quale condividere campagne e promozioni collettive,  salvaguardando però identità sul territorio e autonomia di ogni singola agenzia”.  Sui numeri: “Ora siamo a 750 agenzie ed entro il 2018 pensiamo di arrivare a mille. Questo è il numero corretto, per evitare sovrapposizioni sul territorio, non c’interessa arrivare a 3.000 punti vendita".